In Cina, lo stesso povero progettò una macchina per dialisi

Il Daily Mail riporta un caso unico: un paziente con rene si è organizzato da solo una procedura di dialisi a casa e lo sottopone autonomamente.

Hu Songwen, questo è il nome del paziente, egli stesso ha costruito un apparato per dialisi, vitale per lui, usando vecchie forniture mediche e alcune con materiale improvvisato.

La malattia renale è stata scoperta in un uomo nel 1993. Mentre c'erano abbastanza soldi, è stato sottoposto a dialisi in ospedale. Ma i soldi sono finiti. Inoltre, l'ospedale è lungi dal raggiungere e deve costantemente attendere in linea. Di conseguenza, l'uomo ha usato la propria invenzione per 13 anni. Il trattamento domiciliare è molto più economico di una terapia simile in ambito clinico - solo 60 yuan, che rappresenta il 12% del costo in clinica.

Il dispositivo, che funge da rene esterno, è composto da due parti, collegate da un filtro a membrana. Il sangue scorre attraverso una parte del dispositivo e il liquido per dialisi attraverso la seconda.

Per ottenere il liquido, è necessario mescolare cloruro di potassio, cloruro di sodio e bicarbonato in acqua purificata. Due tubi partono dall'apparato, che il paziente inserisce nella sua mano. Il sangue viene pompato attraverso un tubo e attraverso un altro scorre indietro.

Utilizzando la procedura di dialisi, si riduce la concentrazione di acido nei fluidi corporei, nonché il contenuto di potassio e sodio nel sangue. Ma poiché l'acqua utilizzata dal paziente non è sterile, i medici ritengono che tale automedicazione possa trasformarsi in gravi complicazioni, fino a un'infezione fatale. Quindi, i dispositivi fatti in casa non hanno salvato due amici dell'inventore.