Lo stress e i problemi ci colgono ... evoluzione

La maggior parte delle persone depresse o che sperimentano una crisi della personalità prendono inconsapevolmente la loro paura e ansia. Secondo gli scienziati dell'Università di Miami, tale reazione è rilevante anche per periodi di recessione economica. Pertanto, notizie spiacevoli possono essere incolpate di chili di troppo.

Gli alimenti ad alto contenuto calorico prolungano un piacevole senso di soddisfazione, quindi se le persone ottengono l'impostazione "vivi un giorno", mangiano il 40% in più di cibo. Nella situazione opposta, sentendo che sono arrivati ​​tempi difficili e che i piatti offerti contengono poche calorie, le persone mangiano il 25% in meno.

Ecco come agisce il meccanismo evolutivo che spinge una persona a cercare fonti alimentari ad alto contenuto calorico. Gli scienziati sono sicuri che le cattive notizie portano a un effetto simile. Ecco perché le cause dell'epidemia di obesità sono molto più diverse di quanto si pensasse in precedenza. Questo fatto è dimostrato sperimentalmente.

I ricercatori hanno suggerito ai volontari di provare nuove caramelle M & Ms. La metà dei partecipanti al test ha affermato che i dolci contengono cioccolato particolarmente calorico. La seconda parte dei volontari ha mangiato dolci con cioccolato ipocalorico. In realtà, M & M erano completamente identici.

Gli scienziati hanno stimato la quantità di dolci consumati dalle persone dopo aver studiato i poster con messaggi diversi. Come si è scoperto, i messaggi relativi alle avversità hanno costretto i volontari a mangiare il 70% in più di dolci presumibilmente ipercalorici. I messaggi neutri non hanno influito sul consumo.

Guarda il video: Why we laugh. Sophie Scott (Marzo 2020).